Mercanti di anime

La Germania non si fida: dopo la vicenda delle intercettazioni, i rapporti tra l’Europa e gli USA sono diventati gelidi.

Se era progettata una grande produzione di occhiali a realtà aumentata connessi alla rete, ora l’idea è stata arrestata: come ci si può fidare se si può essere spiati in casa con i propri stessi occhi?

Invece di investire in occhiali tecnologici, la Germania prepara importanti difese, reti criptate e uomini dei servizi segreti nei punti strategici del governo… e i richiami e le convocazioni di Obama verso la Merkel vengono di fatto ignorati.

L’America gioca sporco e dice baro a chi si difende.

E noi?

Beh, Napolitano ha messo a disposizione delle spie, manifeste o no, tutta l’Italia, fin dentro ai nostri calzini.

Ci stordiscono con un odio programmato verso il perfetto cattivone Tedesco, ci fanno indignare sulle sciocche e banali storielle del Presidente Francese… e ci fanno gioire se i nostri magistrati aprono un’ennesima inchiesta di cattivo gusto su Berlusconi; e ci fanno stare in ansia a comando per le proteste in Ucraina e altrove, dove ci tengono tanto ad entrare in Europa.

Intanto chi entra da clandestino in Italia viene a pretendere. Ma consideriamo anche che nessuno, clandestino o no, può essere lasciato ad aspettare più di un anno fermo in un sovraffollato centro d’accoglienza, senza sapere se entrerà o se tornerà in Patria.

Possiamo dire loro: – È così che funziona in Italia. Benvenuti! –

Ma questo non rende buono e giusto questo sciatto modo di trattare la vita della gente, Italiani e non, clandestini o regolari che siano.

Fanno grandi chiacchiere pompose sulla sacralità della vita umana, per farci stare in colpa, ma gli stessi che predicano questo, lasciano questi in deposito, a cucirsi la bocca e a protestare… inascoltati, se non per fare show.

E, cosa importantissima: r…g…sf…h….

La Rai si vede, si sente, si tocca…

…E si smaglia.

http://www.padovanews.it/rubriche/che-borsa-che-fa/195760.html

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s